FUNSide – Books: L’arte di correre

Il libro

Ciao a tutti.

Oggi voglio scrivervi del libro che ho terminato di leggere una decina di giorni fa: L’arte di correre di Murakami Haruki, un autore giapponese.

Prima di parlare del libro voglio ringraziare PaoloCarlo “tutotacà” per avermelo più o meno direttamente consigliato; il suo post “Running Blues” ed il successivo con la recensione del libro mi hanno incuriosito fino a decidere di acquistarlo.

All’inizio il libro risultava quasi noioso perchè l’autore si racconta e la precisione e dovizia di particolari – a mio avviso tipiche dei giapponesi – nella narrazione non entusiasmano ma fanno sembrare la sua vita “normale” e non così “entusiasmante” da meritarsi una biografia.

In realtà la sua vita è il risultato di una volontà di ferro – anche questa tipicamente giapponese – che gli ha permesso di realizzare tutto quello che desiderava; prima il jazz club, poi la scrittura ed infine la corsa.

Di questo libro però quello che mi è piaciuto di più è stato il modo in cui ha saputo raccontare dell’influenza della corsa sulla sua vita quotidiana come stimolo e strumento di riflessione propedeutici alla scrittura una volta ritornato in studio a scrivere.

Dal punto di vista sportivo mi ha fatto capire come la maratona fosse per lui una sfida continua con l’obiettivo di migliorarsi sempre, magari di poco; il tutto però con la consapevolezza dell’età che mentre all’inizio non si faceva sentire in seguito, anno dopo anno gli impediva di raggiungere i risultati prefissati. Questo però non lo ha mai demoralizzato a tal punto da mollare.

Lo considererei un saggio sulla corsa, su come affrontare questo sport semplice ma allo stesso tempo estremamente impegnativo soprattutto per la mente.

Lo consiglio a tutti i runner, da leggere soprattutto quando le cose non vanno benissimo sportivamente parlando e sarebbe molto più facile “desistere” che “insistere”.

Buona lettura e alla prossima.

Ah, dimenticavo: troverete il link a questo post anche sulla pagina “BS&C BookSide”