Categories
Books Photo TheOtherSide

#lifeincolors, i colori di un nuovo viaggio su Instagram

Ciao a tutti.
Ho appena pubblicato il mio secondo fotolibro, intitolato
#lifeincolors, un nuovo viaggio su Instagram
che raccoglie una selezione delle foto scattate con il mio smartphone durante il 2017.
Questo nuova pubblicazione è il seguito di #project366, il mio primo progetto fotografico su Instagram.
Le differenze tra i due progetti sono fondamentalmente tre:
  • La scelta delle foto di #lifeincolors è stata personale, mentre in #project366 avevo selezionato le foto in base alle preferenze ottenute. In alcuni casi perciò ho scelto immagini con pochi consensi che però a me piacevano particolarmente e quindi ho deciso che meritassero la stampa.
  • Oltre al bianco e nero in questo nuovo viaggio su Instagram ho usato tutta la tavolozza dei colori, anche se un amico mi ha confidato che le foto in bianco e nero gli piacevano di più. In realtà una foto in bianco e nero crea un effetto particolare però l’emozione provocata dai colori presenti in alcuni scatti era più intensa rispetto alla versione monocromatica.
  • Il numero di pagine è stato notevolmente ridotto per contenere i costi di stampa ma soprattutto abbassare il prezzo di vendita, nel caso qualcuno desideri acquistare una copia del libro.

Anche per #lifeincolors come per #project366 ho scelto di non applicare alcun ricarico sul prezzo di vendita perché il mio desiderio è di poter condividere la piacevole sensazione di sfogliare un libro di fotografie rispetto alla visione su un monitor, per quanti miliardi di pixel possano definire l’immagine.

Sarò romantico (o vintage) però preferisco ancora unire la sensazione tattile a quella visiva. A questo proposito cito Bruce Gibson, che nel suo libro “Street Photography, il manuale del fotografo di strada” dichiara:

I libri di fotografia vengono pubblicati specificamente per permettere che il lavoro del fotografo venga completamente assorbito. È anche il modo più rispettoso e personale di prendere in considerazione il lavoro di un fotografo

Se siete d’accordo con lui… Acquistatelo, c’è anche in formato e-book e addirittura su iTunes!

Questi i link:

Alla prossima.

Categories
Books TheOtherSide

La Basketball R-evolution di Flavio Tranquillo: cinque personaggi in cerca d’autore

Ciao a tutti.

Per Natale ho ricevuto in regalo da mio fratello un bel libro sulla pallacanestro:

Basketball R-evolution di Flavio Tranquillo

Il libro racconta la storia di un quintetto un po’ particolare:

  • Bob Douglas, un imprenditore
  • Kenny Sailors, un inventore
  • Jack Molinas, un giocatore d’azzardo
  • Earl Strom, un oratore
  • Pete Newell, un insegnante

In realtà queste persone hanno coperto incarichi diversi rispetto a quelli elencati da me però, a mio modo di vedere, per quello che hanno fatto possono essere ricondotti a quanto scritto.

Le storie che Flavio Tranquillo racconta in questo libro sono così particolari che rasentano la leggenda. Nella società di quei tempi, questi cinque sono stati personaggi fuori dagli schemi che hanno lasciato un segno sul gioco, che fosse organizzato, allenato, giocato, arbitrato o svenduto.

Il fil rouge di questo libro che accomunava tutti questi personaggi era la passione per il gioco, che era grandissima. Ogni personaggio era animato dal fuoco sacro della pallacanestro, anche se in qualche caso accompagnato dal dio denaro.

La prima storia che ho letto è stata quella di Earl Strom, visto che si trattava di un personaggio che aveva qualcosa in comune con me. Strom è stato un arbitro NBA che ho potuto vedere in azione quando il basket professionistico statunitense era trasmesso da TeleCapodistria (esiste ancora!). Durante le partite potevo solo osservare e giudicare da spettatore le sue decisioni arbitrali; mi sarebbe piaciuto tantissimo sentire le battute che scambiava con giocatori e allenatori. Leggendo le sue gesta raccontate da Tranquillo mi sono divertito a immaginare le scenette che si recitavano; paragonandole con le mie mi ha fatto piacere pensare che nel mio piccolo assomigliavo a Strom quando fischiavo in giro per i campi di basket.

La presenza di questa storia ha dato equilibrio a questo libro perché secondo me anche gli arbitri fanno parte dello spettacolo con la palla a spicchi e quando fanno bene il loro dovere aiutano a rendere lo spettacolo migliore. Forse questo l’autore lo sa, dal momento che anche lui è stato un arbitro e quindi conosce anche quell’aspetto del gioco. Anche nel suo blog gli aspetti legati ai “grigi” sono trattati con chiarezza.

Preferisco fermarmi qui nella descrizione delle storie e consiglio a tutti gli appassionati della palla a spicchi di leggere il libro, se non l’avete ancora fatto; leggendolo scoprirete che le stelle di oggi non hanno inventato niente di nuovo, hanno solo perfezionato e imparato alcune delle cose che questi cinque personaggi hanno fatto per primi.

Buona lettura e alla prossima.

Categories
Books

Riparti di SLAncio, l’inno alla vita di Antonella

Ciao a tutti.

Vi ricordate che nel post della mezza maratona di Udine vi ho raccontato che la sensazione più bella l’ho avuta quando Antonella mi ha autografato il suo libro?

Ecco, oggi voglio raccontarvi di quel libro,

Riparto di SLAncio, di Antonella Moret e Barbara Colombo

In questo libro Antonella descrive come la sua voglia di vivere può opporsi anche a una malattia come la SLA, la Sclerosi Laterale Amiotrofica, anche se la sfida è dura, durissima. Lei però in questa battaglia non è sola perché ha al suo fianco Mirko, una persona veramente speciale che con il suo amore e la sua vicinanza la rendono così forte e battagliera da farla partecipare con lui alle corse su strada, su qualsiasi distanza.

Può sembrare strano ma Antonella corre, spinta sulla sua carrozzina da Mirko e dagli altri compagni della Venice Marathon Running Team, la società sportiva alla quale lei appartiene.

Ed è stato proprio attraverso la corsa che ho avuto il privilegio di conoscere Antonella e Mirko oltre all’onore di ricevere il suo libro autografato.

Non vi racconto il libro però vi esorto dal cuore a comprarlo e leggerlo per due motivi: comprarlo vi farà contribuire alla ricerca sulla SLA e leggerlo vi farà riflettere sulla vita perché la sua gioia di vivere vi contagierà.

A questo link su YouTube potete trovare il video della presentazione del libro.

Grazie Antonella, Mirko, Barbara per l’esempio che date.

Alla prossima.