FUNSide – Sport: Morire di sport?

Ciao a tutti.

Si sono spenti i riflettori sulla Treviso Marathon ma il Coach (che ringrazio per la tempestività) li ha riaccesi segnalandomi un triste strascico a questo grande evento sportivo.

Due giorni fa sul Gazzettino è apparso un articolo relativo alla morte di un podista che aveva feteggiato il suo 50esimo correndo la Treviso Marathon e la sera dopo la gara è morto nel suo letto durante il sonno.

Quando mi è stata girata la notizia sono rimasto molto colpito e allo stesso tempo ho avuto occasione di riflettere su diversi argomenti legati allo sport e alla salute: praticare sport fa bene a qualsiasi età, tenersi sotto controllo medico anche, avere una alimentazione regolata eccetera.

In un primo momento ho risposto alle mail che ci siamo scambiati evidenziando che l’atleta in questione aveva corso durante questa stagione già cinque maratone che a mio avviso provocano uno stress notevole su tutto il corpo e mi sono ricordato di quanto ha detto un collega podista poco tempo fa: “quando non sei più un atleta agonista la qualità del recupero conta tanto quanto la qualità dell’allenamento.

Rileggendo però l’articolo del Gazzettino mi sono accorto di essere stato un po’ superficiale nel commento perchè ho scoperto che comunque il signor Pinton aveva superato i test medici e quindi c’è qualcos’altro e forse l’autopsia lo scoprirà. Ho comunque approfondito la ricerca e a tal proposito vi invito a leggere anche un articolo relativo proprio alla “morte da sport” che in realtà non esiste ma è un argomento che ha bisogno di approfondimenti.

Anche se non conoscevo personalmente Dario voglio esprimere le mie condoglianze alla famiglia che sicuramente ha perso un padre e un marito in modo tragico.

Alla prossima