FUNSide – Sport: Il weekend (lungo) del piriforme

Ciao a tutti.

 Il piriforme è un piccolo muscolo di forma triangolare, situato in profondità nella natica, dietro il grande gluteo. Origina dalla superficie interna dell’osso sacro e si inserisce al femore omolaterale; è classificato tra i muscoli esterni dell’anca (gruppo dei rotatori esterni dell’anca). È importante per assistere la rotazione esterna/interna dell’anca, e girare la gamba e il piede verso l’esterno. In generale, questo muscolo è importante nel movimento della parte inferiore del corpo, in quanto stabilizza l’articolazione dell’anca e, contraendosi, ruota esternamente il femore e permette di camminare, spostare il peso da un piede all’altro e mantenere l’equilibrio; il nervo sciatico passa al di sotto del muscolo piriforme, con il quale si trova a stretto contatto. (Fonte MyPersonalTrainer.it)

Adesso che sapete cos’è vi dico che per un problema a questo simpatico muscolo sono stato fermo quasi un mese perchè finalmente, dopo diversi mesi durante i quali continuavo a fare sport malgrado i fastidi che mi procurava il dolore all’ultima mezza maratona ho sentito un formicolio al piede dal 12esimo chilometro  fino al traguardo.

Ho deciso allora di fermarmi definitivamente e consultarmi con Luca “E.Fisio”, il mio fisioterapista 2.0 il quale mi ha suggerito di fare un po’ di tecarterapia e quindi mi sono fatto lessare prima la schiena e poi la gamba interessata per ben otto volte,

Dopo la settima seduta ho chiesto a Luca se potevo ricominciare a fare un po’ di attività e lui mi ha suggerito di provare ma andando molto piano e senza forzare. Ovviamente mi sono attenuto ai suoi consigli e ho fatto una corsetta “oltre il tempo e lo spazio” paragonabile all’ora d’aria per un detenuto. Visto che non avevo sentito troppo fastidio mi sono ri-consultato con E-Fisio che dopo l’ultima seduta di tecar mi ha consentito la continuazione della corsa nel weekend ma SEMPRE senza forzare.

Detto…fatto: weekend a Jesolo, in totale tranquillità.

Diligentemente sabato mattina mi sono limitato ad una corsa a ritmo lento di circa 9 km; nessun fastidio!

Nel pomeriggio un’ora a tennis assieme a mia moglie e mio figlio e anche qui… nessun problema.

Domenica mattina, visto che il tempo non era così bello per rimanere in spiaggia ho giocato per un’oretta e mezza circa a basket e così… è finito il weekend!

Ma siccome stavo benissimo lunedì ho completato il test “o la va o la spacca”: una partita a calcetto, con il risultato di quattro gol e due assist!

Forse ho esagerato un po’ e Murakami non sarà d’accordo con me ma in realtà ho ascoltato il mio corpo… E devo ringraziare E-fisio che mi ha veramente “ristabilito”.

Un tranquillo weekend di paura per il mio piriforme ma fortunatamente senza nessun morto o ferito.

Alla prossima.

 

Categories

,