Ciao a tutti.

Quando ho partecipato a una delle Fab Session di Sharazad presso la sede di Verona di Lino’s & Co  ho visto e fotografato la frase incorniciata in un poster:

Blur the line between work and play

La frase completa, che inizia con “The greatest accomplishment in life is to” si traduce in il più grande successo nella vita è quello di confondere la linea di demarcazione tra lavoro e gioco.

Anche se ritengo difficile che un lavoro possa trasformarsi in gioco, per quanto piacevole possa essere, anche quando lavoro cerco di trovarne il lato divertente, giocoso.

E così è stato giovedì scorso quando mi sono ritrovato a Milano Marittima per un incontro di lavoro. Anche se ero andato a letto un po’ tardi ho approfittato della vicinanza al mare per andare a correre la mattina successiva, a differenza di alcuni colleghi e colleghe che non si sono presentati.

Come al solito mi sono portato lo smartphone sperando in qualche opportunità fotografica malgrado la nebbia mattutina fosse così fitta da rendere difficile vedere anche dove mettere i piedi durante la corsa. Il primo tentativo di trovare un percorso si è concluso davanti a un canale e il secondo in mezzo alle barche del rimessaggio, situazione abbastanza insolita. Visto che c’ero ne ho approfittato per fare qualche scatto prima del terzo tentativo che finalmente mi ha portato verso Cervia, seguendo la pista ciclabile.

Tutti gli stabilimenti balneari erano chiusi in attesa delle ristrutturazioni per la stagione estiva e quindi correvo affiancando il lungomare; lungo la strada notavo, al contrario di molti altri stabilimenti, la presenza di canestri da basket al posto di reti da beach volley. Giocare a basket in spiaggia è impossibile a meno che si decida di non palleggiare; il alternativa si piastrella il pezzo di spiaggia dove si vuole “piantare” tabellone e canestro. Come per le barche, anche i canestri in spiaggia erano abbastanza insoliti e così li ho immortalati, soprattutto perché in ognuno di essi c’era una personale e fantasiosa interpretazione delle linee di demarcazione del campo, soprattutto per le aree.

Sono tornato in albergo e sulla strada del ritorno ho trovato due colleghi che sono riusciti e svegliarsi presto come me ma che avevano trovato fatto una strada diversa.

Una sessione di corsa interessante per il tracciato, il luogo e le insolute vedute balneari, riportate qui sotto.

Voi cosa ne dite?

Alla prossima.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...