La corsa è uno sport altruista

Ciao a tutti.

La corsa viene spesso descritta come una disciplina sportiva individuale; a volte però questo individualismo può trasformarsi in altruismo. In questo post vorrei raccontarvi un episodio di corsa altruista.

Verso la fine di Ottobre stavo aspettando mio figlio al traguardo della “Corsa d’autunno” di Orgnano, una gara che molti runner utilizzano come ultima sgambata prima della Venice Marathon. Purtroppo io ero spettatore e non partecipante perché la simpatica coppia “Polpaccio & Tendine” mi aveva costretto allo stop e conseguente rinuncia alla Venice, relegandomi al ruolo di spettatore in questa occasione.

Finché aspettavo mio figlio ho scambiato due parole con Stefano, un ex-vicino di casa che come me era venuto a vedere la gara. Mi ha raccontato di una corsa in staffetta che aveva fatto l’anno scorso e il suo entusiasmo nel parlarne ha contagiato anche me, oltre a incuriosirmi. Così, quando mi ha proposto di correre l’edizione di quest’anno che si sarebbe svolta a metà dicembre a Udine, dove avevo appena corso la mezza maratona in Settembre, ho detto subito di sì, anche se la mia gamba in quel momento non era completamente a posto.

In un primo momento ho cercato di coinvolgere anche gli altri corsari di “Quelli delle 6” ma era troppo difficile organizzare la trasferta. Poi, su suggerimento di Stefano, ho chiesto a mio figlio se si sentiva di correre una frazione di un’ora e lui ha risposto positivamente, senza titubanze.

Così sabato 12 dicembre, appena tornato da scuola, io e mia moglie l’abbiamo caricato in macchina e siamo partiti alla volta di Udine.

La corsa in questione era la 17esima edizione della

Staffetta Telethon 24 per un’ora

una maratona di 24 ore durante le quali i componenti di una delle quasi 400 squadre iscritte potevano correre in un circuito nel centro di Udine per almeno un’ora, con lo scopo di accumulare più chilometri possibili. Per ognuno di questi chilometri percorsi la sua squadra avrebbe donato 5 euro a Telethon.

Le squadre potevano essere composte fino a un massimo di 24 atleti; in realtà c’erano anche degli Ironmen & Ironwomen che hanno corso ininterrottamente per tutte 24 le ore.

Al nostro arrivo a Udine Chiara e Nicola, il “comitato organizzativo” della squadra, ci hanno fatto sentire come se ci conoscessimo da sempre, tanta è stata la simpatia e il calore dimostrato.

La corsa in sé era un po’ alienante perché correre un giro da 1000 metri circa ti fa sentire come un criceto nella ruota di una gabbia; infatti già al terzo giro avevo perso il conto. Poco importava però, l’obiettivo era percorrere più chilometri possibili per una giusta causa. Correre nel centro di una città bellissima come Udine superava di gran lunga l’alienazione da criceto.

Alla fine delle nostre due frazioni ci siamo goduti una doccia calda, una buonissima cena in un locale con cucina tipica friulana e, infine, il meritato riposo.

Il giorno seguente abbiamo trascorso la mattinata passeggiando per il centro di Udine; io cercavo con lo sguardo di incrociare tra i runner una maglia della nostra squadra per incitarlo ma poi applaudivo a chiunque stesse correndo.

Prima di tornare a casa siamo ripassati per il quartier generale degli “S.P.Orchi”, la nostra Squadra Podistica Orchi, per salutare Chiara e Nicola e dare loro arrivederci alla pizza di ritrovo per festeggiare la corsa.

Ringrazio ancora Stefano per averci dato la possibilità di partecipare e di nuovo Chiara, Nicola e tutti quelli che abbiamo conosciuto per la simpatia. E’ stata un’esperienza indimenticabile perché mi ha fatto pensare che a volte correre fa bene anche agli altri, oltre che a me stesso.

Alla prossima.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...