Categories
FUNSide Sport

FUNSide – Sport: Moonlight Half Marathon

Si è conclusa la prima edizione della Moonlight Half Marathon con un successo di pubblico ma soprattutto con la vittoria di Ruggero “Rero” Pertile, attualmente l’uomo di punta della maratona italiana.

Ruggero in azione

Pertile ha battuto al termine di un’emozionante volata in Piazza Mazzini il marocchino Issan Zaid e il keniano Mark Bett Kipkinyor, fermando il cronometro a 1h07’17”; un tempo non brillante perchè viziato da un po’ di vento contrario ma in “linea” con la temperatura della serata…

Oltre a questo terzetto sono arrivati al traguardo anche gli altri 2582 partecipanti su oltre 3000 iscritti, un numero importante per una “mezza”; tra questi anche il sottoscritto…

Con un po’ di affanno dovuto allo scarso allenamento – tanto per cambiare – e a un po’ di sovrappeso (no comment) ho concluso la mia fatica in 1h39’32” al terzo posto della speciale classifica di “quelli delle sei”, il gruppo di podisti che si ritrova alle sei di mattina per allenarsi ed è composto (oltre a me) solitamente da:

  • Claudio “The Coach”
  • Luca “El Cogo”
  • Massimo “Mac”

Ogni tanto si aggregano anche Mauro e Marco ma a questo gruppo desidero dedicare un articolo in un momento successivo.

El Cogo è arrivato primo con 1h32’38” e The Coach secondo con 1h39’18” ma io almeno ho avuto la soddisfazione di concludere gli ultimi metri accompagnato da mio figlio, una gioia.

Sabato non c’era Mac ma ha lanciato la sfida alla prossima corsa e cioè la Cortina-Dobbiaco alla quale mancherà però El Cogo.

Altre informazioni le potrete trovare al link della corsa.

Categories
FUNSide

FUNSide – Il mio BSeC – 1: Blues, Scatti e Corse

Ecco i “perchè” di questa prima definizione:

Blues – Sono appassionato di musica e anche se il mio primo articolo sul FunSide è dedicato a Frank Zappa uno dei miei generi preferiti è il blues. Viene descritta come “la musica del diavolo” ma secondo me è più una musica della vita di tutti i giorni e dell’anima.

Con un testo come la canzone di Sarasota Slim, che fa così “…If the river was whisky I was a diving duck…” che noi a Venezia potremmo reinterpretare con “…Se i mari fusse de tocio e i monti de poenta ohi mama che tociae, poenta e baccalà…” (traduzione per i “foresti”: se i mari fossero sugo e i monti polenta sai mamma che “scarpette”, polenta e baccalà) come si può dire che è la musica del diavolo? Una menzione particolare al mio amico e grande bluesman Cristiano “Totti” Ottavian, che ho avuto l’occasione di vedere l’anno scorso assieme a mio figlio in concerto: un grande “animale” da palcoscenico quella sera particolarmente ispirato forse perchè aveva due spettatori particolari: sua moglie che portava con sè il suo futuro (allora, ora “alive and kicking”) figlio Luca (che nome, eh?).

Scatti– Quelli che mi piacciono di più sono quelli fotografici anche perchè vista l’età non posso farne altri…

Da quando a 18 anni i miei genitori mi regalarono la mia prima reflex, una Fujica stx1n fino all’ultimo acquisto, una Nikon D80,  “scatto” su qualsiasi cosa mi capita a “tiro” di obiettivo…

Corse – Nel 1990 guardai in televisione la telecronaca della maratona di Boston, trasmessa a quei tempi su una tv commerciale; il telecronista era Giacomo Crosa e correva un certo Gelindo Bordin, già terzo l’anno scorso alla maratona di New York e già vincitore della maratona di Seoul nel 1988 con una strepitosa rimonta.

Tornato dalle vacanze mi iscrissi alla Maratona di Venezia con l’aiuto di un amico che lavorava all’interno dell’organizzazione e – quale onore – riuscii ad ottenere sul mio pettorale e sul poster della maratona l’autografo di … Gelindo Bordin che mi scrisse : “Per la tua prima e speriamo non ultima maratona. In bocca al lupo“.

Non potevo essere più gasato: mi allenai da autodidatta per un paio di mesi cercando di incastrare gli allenamenti con l’attività cestistica e il fatidico 13 ottobre 1991 tagliai il traguardo della mia prima maratona in 4 ore, 9 minuti e 24 secondi… Un trionfo!

Al prossimo BS&C!

Categories
PROSide

PROSide – Il mondo WordPress

logo wordpressHo costruito questo sito utilizzando WordPress nella versione online perchè “anche il più grande viaggio inizia dal primo passo”.

A parte la citazione avevo deciso di iniziare senza spendere un centesimo proprio perchè volevo capire prima di spendere.

Dopo questo avvio ritengo WordPress abbastanza semplice ed intuitivo anche per un neofita del mondo web come me; l’unico accorgimento adottato è stato l’utilizzo con l’interfaccia in Inglese perchè la traduzione in Italiano non è “entusiasmante”.

Qui sotto troverete i link di WordPress utili per chi avesse bisogno di qualche aiuto o suggerimento; io li ho trovati tali e prima di avventurarmi in qualcosa provo a leggere qui.

Ah, se vi siete chiesti perchè ho inserito questo articolo nel “ProSide” i motivi sono due:

  • WordPress è comunque uno strumento di lavoro anche se si può utilizzare per lo svago.
  • La Business intelligence si sentiva sola e ha chiesto compagnia

Buona navigazione!