bandieraspagnola

FUNSide – Books | Valencia in 3D – i Diari Di Daniele, Day 5-6


Ciao a tutti.

Malgrado le complicazioni legate alle comunicazioni sono riuscito ad ottenere i “Diari Di Daniele” anche per mercoledì e giovedì. Buona lettura.

24/9/2014, Valencia – day 5
Dopo un risveglio non propriamente facile, siamo costretti a evitare i 30 minuti usuali di camminata per lasciare spazio a… 15 minuti di corsa! La sfaticata, però, riesce a farci arrivare in orario alla penultima lezione di questa permanenza in terra iberica.
Nel pomeriggio, invece, l’attività proposta è un “rally fotografico” per la città di Valencia: obiettivo del gioco è quello di obbligarci a chiedere informazioni ai passanti.
Le reazioni degli interrogati sono completamente diverse fra loro, con alcuni gentilissimi e altri veramente scorbutici. Al termine della gita, controllati i risultati la squadra vincente viene premiata con un piccolo borsellino con raffigurata la città di Valencia.
Torniamo quindi a casa, dove consumiamo la cena y nos acostamos abbastanza presto, perché il programma del giorno successivo sarà molto corposo!
25/9/2014, Valencia – day 6
Valencia, la quinta città spagnola per abitanti e grandezza, ha la sua punta di diamante nel centro storico: svariate chiese, statue ed edifici storici costituiscono un notevole patrimonio culturale. L’obiettivo di oggi è proprio quello di terminare, per quanto possibile, la visita a questa zona.
La prima tappa è l’università, intitolata all’eroe nazionale Cristobal Colon, forse più noto come Cristoforo Colombo (forse gli spagnoli ci spiegheranno più avanti su quale base il nome del grande esploratore è stato storpiato in questo modo). E a dominare il cortile interno è proprio una statua del nativo di Genova, raffigurato con un cannocchiale nella mano destra e una mappa nella mano sinistra. L’università è, a detta della guida, una delle migliori d’Europa, e anche quella con il maggior numero di iscritti di tutta la Spagna.
Lasciatoci alle spalle Colombo e la “sua” università, ci dirigiamo verso il Municipio, il quale delude un po’ le aspettative, poiché ai turisti è possibile vedere solo una grande sala con enormi lampadari di cristallo e poltrone d’epoca.
Dopo questa semi-delusione, ci concediamo un panino dall’onnipresente Burger King e poi sfruttiamo il pomeriggio libero para ir de compras: Pull&Bear, Bershka, Mango, Zara e Springfield sono solo alcuni dei nomi che farebbero impazzire qualsiasi teenager, e noi non ce li facciamo scappare. Tre ore dopo, alla fine della prima, estenuante, sessione di shopping, prendiamo il bus e torniamo a casa.
Dopo la solita cena molto abbondante consumata con Mercedes andiamo a letto, stanchi ma felici e vogliosi di vivere una nuova giornata.

Parti, osserva, fermati, scatta, Riparti!

Culture For

...entertainment, pleasure, knowledge, future...

wwayne

Just another WordPress.com site

holidays4pets

Le vacanze per il tuo amico

Photoblog ~nu doar fotografie

timpul trece cum vrea el...

Italia, io ci sono.

Diamo il giusto peso alla nostra Cultura!

Amù

Art Moves the World

Chetelocucinoafare!

Pappa per tutti

YONA PHOT©

Street photography, Travel Photography, Exploration Photography

Perla di Etiopia

C’è un solo viaggio possibile: quello che facciamo nel nostro mondo interiore. Non credo che si possa viaggiare di più nel nostro pianeta. Così come non credo che si viaggi per tornare. L’uomo non può tornare mai allo stesso punto da cui è partito, perché, nel frattempo, lui stesso è cambiato. Da sé stessi non si può fuggire. Andrej Tarkovskij, Tempo di viaggio

vitallariaperta

Just another WordPress.com site

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 90 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: